Negli ultimi anni sono state create diverse magistrature specializzate, di ispirazione codicistica e non coranica. Il Marocco dispone di 70 aeroporti, di cui 19 sono internazionali. Anch'essa vanta una discendenza dal Profeta, attraverso la figlia Fāṭima e il cugino Ali, suo consorte; tuttavia, sono sunniti e non sciiti. Sul fronte interno il re perseguì una dura repressione contro ogni forma di opposizione nel paese, al fine di consolidare il proprio potere; in quello che è conosciuto come il periodo degli Anni di piombo, segnato da repressione violenta delle proteste e della dissidenza, purghe nell'esercito, e politica nazionalista, Hassan II subì due tentativi di colpo di stato tra il 1971 e il 1972. Inoltre, per quanto concerne l'alpinismo, il 20 maggio 2013 Nacer Ibn Abdeljalil fu il primo marocchino a raggiungere la vetta del monte Everest[53]. Abitato fin dalla preistoria dai berberi, il paese conobbe la colonizzazione di vari popoli come Fenici, Cartaginesi, Romani, Vandali, Bizantini, Arabi, Francesi e Spagnoli. Quando Ibn TÅ«mart morì, nel 1128, Ê¿Abd al-Muʾmin tenne segreta per due anni la sua scomparsa, fino a che non si fu affermata la sua personale influenza. Trovò rapidamente successo, fondò un esercito di neo-convertiti e attaccò l'impero del Ghana nel 1076. Le decorazioni solitamente sono impreziosite dal frutto del lavoro di abili artigiani che hanno utilizzato mattonelle (zullayj, o Zellige) e stucchi "a stalattite" Muqarnas. Ê¿AlÄ« ibn Ê¿Abd Allāh ibn AbÄ« ZarÊ¿ al-FāsÄ«. Ovunque si vada, le influenze si mescolano a costituire un patrimonio ricco e diversificato che viene preservato, messo in mostra e offerto per voi da musei e gallerie d'arte. Il francese è la seconda lingua del paese ampiamente diffusa e parlata da una parte rilevante della popolazione, è anche la lingua prevalente nell'amministrazione, nell'economia e nella didattica. Il Marocco affrontò le minacce dei fondamentalisti islamici a partire dalla seconda metà degli anni ottanta, nonostante il re godesse di un vasto prestigio nella comunità religiosa, in quanto discendente diretto del profeta Maometto. Il tentativo fallì per la pronta reazione della Spagna, che portò all'occupazione di Tetuan nel 1860 e al pagamento di ingenti somme come riparazione per i danni di guerra. Vi furono in seguito ancora due sultani almoravidi, ma si trattava solo di governanti-fantoccio. Il potere legislativo, bicamerale dal 1996, è prerogativa della Camera dei Rappresentanti (Majlis al-nuwwāb), composta da 395 deputati eletti ogni 5 anni a suffragio universale, e dalla Camera dei Consiglieri (Majlis al-mustasharīn), composta da 270 seggi rinnovati a elezione indiretta per un terzo ogni 3 anni. Il Marocco è molto ricco di varie spezie, tra i quali l'harissa. Storia I primi abitanti del Marocco furono i Berberi. MAROCCO STORIA: tutti i Libri su MAROCCO STORIA in vendita online su Unilibro.it a prezzi scontati.Acquistare su Unilibro è semplice: clicca sul libro di MAROCCO STORIA che ti interessa, aggiungilo a carrello e procedi quindi a concludere l'ordine La crescita inadeguata è stata infatti identificata, sia dal FMI sia dal governo, come il principale punto di debolezza dell'economia del paese negli ultimi dieci anni, senza considerare poi le forti disparità di reddito presenti tra l'élite urbana e il resto della popolazione. I giacimenti relativi alle più antiche tracce di frequentazione umana sono abbastanza numerosi, soprattutto nei dintorni di Casablanca. Per andare nel Sahara i mesi consigliati vanno da settembre a novembre, mentre nell’Alto Atlante quelli di maggio-giugno. Il numero di turisti negli ultimi anni si valuta su poco più di 10 milioni (2013), la metà proveniente dall'Europa con in testa Francia, Spagna e Germania. 70.000-7000 A.C.-L' uomo di Neanderthal si stabilisce lungo le coste del Marocco. È assai probabile che la sua influenza non sarebbe sopravvissuta alla sua persona se non avesse trovato come luogotenente Ê¿Abd al-Muʾmin, un altro Berbero d'Algeria che fu indubbiamente un militare e un politico di prim'ordine. Nel 682, circa 50 anni dopo la morte del Profeta dell'Islam, Maometto, il Marocco viene conquistato dalle truppe di Ê¿Uqba b. NāfiÊ¿. Influenzato dallo sciismo, si oppose alla scuola giuridica (madhhab) malikita imposto dalla dinastia regnante, gli Almoravidi. I dialetti berberi parlati in Marocco sono principalmente raggruppati in 3 gruppi linguistici: tarifit nel Rif, tamazight nel Medio Atlante e tashelhit nel centro-sud. La cucina marocchina ha come base, secondo molte leggende, il cibo tipico dei nomadi (pecora, verdure e datteri) ed è soggetta a influenze berbere, mediterranee, arabe e francese e si differenzia in base alla regionalità che va dal nord al sud, dalla costa all'entroterra, dalle zone montane al deserto. Questo valse al paese una serie di accordi commerciali preferenziali con l'Unione europea, firmati nel 1995. Home / Blog / Guide / Marocco. La Reggada (in berbero: ⴰⵔⴳⴳⴰⴷⴰ, oppure Imdiyazen) è un genere musicale marocchino originario della provincia di Berkane, più precisamente della città Ain Reggada (regione di Oujda). Una terra ricca di cultura. A causa delle rivolte scoppiate in tutto il paese, Ê¿Abd al-Ḥafīẓ dovette abdicare: gli succedette il fratello Yusef ben Hassan. Tra i calciatori marocchini ricordiamo Ahmed Faras, capocannoniere della nazionale marocchina, selezionato dalla CAF come uno dei 200 giocatori africani più forti degli ultimi 50 anni, e Calciatore africano dell'anno 1975. Nel Nord e in misura minore anche nei centri storici delle grandi città sono parlati dialetti arabi di tipo pre-hilaliano. When travelling through this blog, I have learned a lot about the teapot, this essential household item used to serve guests as a part of a cherished ritual. Il toponimo Marocco deriva dal nome della città di Marrakech, traslitterazione francofona dell'arabo Marrākeš, derivato a sua volta dal termine berbero Mur-Akush (ossia Terra di Dio), che nel Medioevo era conosciuta in Europa come "Città di Marocco" (Cité de Maroc, Ciutat de Marroc, ecc. Gli arabi hanno invaso circa 685, portando l’Islam. Nel corso degli anni l'ONU ha presentato diverse proposte per la soluzione del Sahara (tra cui i piani Baker), ma sono sempre stati rifiutati da una rispettiva parte o dall'altra. 10 anni fa. Il progetto di studio rappresenta una delle raccomandazioni principali del Piano Strade 2035, elaborato nel 2013. Quest'ultimo, e suo figlio AbÅ« YÅ«suf YaÊ¿qÅ«b al-Manṣūr, «il Reso vittorioso [da Dio]» (1184–1199), terzo califfo, continuarono la sua opera ed estesero la loro autorità a tutta la Spagna islamica, infliggendo nel 1195 una sconfitta ad Alfonso VIII di Castiglia nella battaglia di Alarcos. Anche l'uso degli alcolici, sebbene vietato dalla legge coranica, in alcuni locali vengono venduti a patto che questi abbiano una licenza. Si tratta di una monarchia costituzionale: il sovrano è Mohammed VI, e il capo del governo è Saâdeddine El Othmani (PJD). È stata abitata dai berberi fin dal Neolitico. di Angelo Mascia. Le proteste in Marocco del 2011-2012 esprimono l'insofferenza crescente nei confronti del potere monarchico ed il desiderio di riforme costituzionali che aumentino il potere delle istituzioni elette (Parlamento e governo) rispetto a quello del re. Perciò, data anche la stagionalità delle precipitazioni, l'acqua rappresenta per il Marocco un problema fondamentale, che condiziona l'intero sviluppo del settore agricolo del Paese. "EU tightens Moroccan ties with 'advanced status' deal". Mandorle, miele e zucchero sono la base di molti dolci marocchini: tipici dolcetti sono le "corna di gazzella" dove la pasta di mandorle si mescola con l'estratto dei fiori d'arancio. Idrissidi, Alm… Il dominio delle dinastie islamiche ha avuto sul paese una grandissima influenza a partire dal VII secolo (divenendo in alcuni periodi centro di vasti imperi), mentre è al XIX secolo che risalgono le prime infiltrazioni coloniali della Francia e della Spagna. Scendendo nel profondo sud si trovano popolazioni arabo-berbere che vivono nel Sahara, i sahrawi. In Marocco viene fondato il CORCAS, un consiglio creato con decreto reale (Ḍāhir) dal re Mohammed VI composto da 140 membri, ed è la parte responsabile per negoziare con il Fronte Polisario e lo sviluppo economico e sociale del Sahara Occidentale. Dove fallirono i Wattasidi, riuscirono invece i rappresentanti della dinastia dei SaÊ¿diani, che nel 1541 sconfissero i Portoghesi ad Agadir, fermandone l'espansione in Marocco, e pochi anni più tardi, nel 1554, succedettero definitivamente ai Wattasidi, aiutati anche dal fatto di poter vantare una discendenza diretta dal Profeta. Storia delle cose,Marrakech,Morocco #33 - La sintesi finale Conclusion. I principali collegamenti sono dalla Spagna con i traghetti e gli aliscafi dai porti di Algeciras, Almería, Barcellona e Malaga a Tangeri, Nador, Melilla e Ceuta. Marocco Racconto Marrakech storia della città rosa Marrakech , 1 milione di abitanti, situata sull’Alto Atlante, in un oasi rigogliosa e unica a 450 metri s.l.m., a 150 km dall’oceano Atlantico, ai piedi montagne e vicina al deserto del Sahara. A questa dinastia appartiene Mulay Ismāʿīl b. SharÄ«f, che regnò dal 1672 al 1727 e combatté efficacemente gli europei, a cui strappò diversi porti africani, e gli Ottomani. L'ultimo Idriside, disconobbe gli Omayyadi di al-Andalus in favore dei Fatimidi, fu fatto deporre e giustiziare nel 985 dal califfo di Cordova. YÅ«suf Ibn TāshfÄ«n succedette in seguito a Ibn YāsÄ«n, morto in combattimento, ed è considerato il primo sovrano almoravide. [6], Il Marocco fa i conti con la sua "amazighità", Commissione per la Verità e Riconciliazione, referendum costituzionale del giugno 2011, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Storia_del_Marocco&oldid=117110764, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Srpskohrvatski / српскохрватски, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. 600-41 D.C. -Le tribù dei Mauri fondano il regno di Mauretania che si estende dall'Atlantico al confine con l'Algeria. Sulle coste del Marocco dove attualmente si trovano città come Rabat e Casablanca, nell’XI secolo a.C. i Fenici fondarono diversi porti commerciali di cui il più importante è Tingi, chiamata attualmente Tangeri. Nei primi anni settanta emerse l'evidente importanza economica dei ricchissimi giacimenti di fosfati presenti nel Sahara Occidentale; la politica marocchina motivò fortemente la popolazione a stabilirsi in quella regione: fu la cosiddetta Marcia Verde. I piatti che ne derivano sono un concentrato di vari sapori che vanno dal dolce al salato. La popolazione marocchina è composta principalmente da due gruppi etno-linguistici: i berberi, autoctoni e maggioritari, e gli arabi, di origine esterna; è presente una consistente minoranza ebraica, la più numerosa del mondo arabo. La sua posizione tra Europa e Africa fa del Marocco un vero e proprio crocevia, bagnato dalle acque del Mediterraneo ed esposto a lunghi tratti sull’oceano Atlantico. Il Marocco è un paese membro delle Nazioni Unite, dell'Unione africana, della Lega araba, dell'Unione del Maghreb arabo, dell'Organizzazione della cooperazione islamica, del Movimento dei paesi non allineati e dell'Organizzazione internazionale della francofonia. Nel 788, salì al potere per la prima volta una dinastia araba nel paese, quella degli Idrisidi, che regnò fino al 984 e che diffuse l'islam tra le popolazioni berbere. il termine marocco in arabo significa regno dell' occidente, è uno stato dell' africa settentrionale. Pregiati sono i tappeti e i prodotti dell'artigianato. Il sovrano infatti continua a conservare gran parte dell'attività decisionale e una parte dei poteri del primo ministro sono comunque legati al consenso del sovrano. In ogni strada è facile imbattersi in venditori di fichi d'India e datteri ma anche asparagi selvatici. Il 5 aprile 2017 viene formato il nuovo governo guidato da Saâdeddine El Othmani, composto da sei partiti, e ha prestato giuramento di fronte al sovrano, ottenendo la fiducia del Parlamento il 26 aprile. Le elezioni parlamentari del 1997 furono vinte dal principale partito di opposizione, l'USFP, a cui fu affidata la formazione e guida del nuovo governo: tra le prime azioni intraprese ci fu la distensione con l'Algeria, con la quale le relazioni erano interrotte da oltre quarant'anni. Hong Kong agli inglesi, Shangai aperta al commercio. Furono approvate importanti riforme dal governo, tra cui il mudawwana, un insieme di leggi in materia di diritti delle donne e diritto di famiglia. Oltre alla Royal Air Maroc, il Marocco ha compagnie aeree private: RAM Express (filiale della Royal Air Maroc), e Air Arabia Maroc (una joint venture di Air Arabia). La speranza di vita è di 74 anni, 73 per gli uomini e 75 per le donne, mentre il tasso di popolazione urbana è di circa il 60%. La nazionale di calcio del Marocco ha vinto la Coppa delle Nazioni Africane 1976, la Coppa delle Nazioni Arabe 2012 e il Campionato delle Nazioni Africane 2018 ed è la prima nazionale africana e araba ad arrivare agli ottavi di finale nei Mondiali di calcio del 1986. Tra i maggiori fiumi del Marocco troviamo la Muluia, che nasce dai monti dell'Atlante, nei pressi della città di Midelt, e dopo circa 600 km sfocia nel mar Mediterraneo, vicino ai confini con l'Algeria; il fiume Oum Er-Rbia, lungo circa 1000 km, mentre il più lungo del paese è il Draa, lungo circa 1100 km. Le elezioni parlamentari del 2007, con una partecipazione in forte calo al 37%, confermano un parlamento frammentato in una ventina di gruppi, ed un ulteriore spostamento a destra dell'assemblea. [51], Il trasporto aereo marocchino ha avuto negli ultimi anni un enorme sviluppo. [3][17] Con il progressivo sviluppo economico del Paese, negli ultimi anni si è registrato un notevole incremento dell'immigrazione sub-sahariana, mentre grazie a un regime fiscale favorevole sempre più imprenditori stranieri risiedono in Marocco (in particolare spagnoli e francesi). Tra gli scrittori la cui fama è giunta fino in Europa possiamo ricordare: Nell'ambito dei viaggi ed esplorazioni il Marocco ha una figura molto importante come quella di Ibn Battuta (1304-1368/1369), che fu anche giurista e storico: i suoi viaggi in Africa e Asia, e la sua opera maggiore, la Riḥla (Viaggio), sono molto conosciuti anche in ambito internazionale. Nel mese di gennaio del 2006 è entrato in vigore un accordo di libero scambio con gli USA, che sta portando sia a un'espansione delle esportazioni verso un mercato potenzialmente molto redditizio, sia a un aumento dei flussi di investimento in entrata. Mentre la società pubblica SNRT offre i seguenti canali: Il calendario islamico è lunare pertanto le festività islamiche non hanno giorni stabiliti per tutti gli anni. Il Barocco nasce nel 1600 e si afferma durante tutto il secolo e per tutta la prima metà del 1700 in tutta Europa, è lo stile delle aristocrazie e delle monarchie. Il partito ottenne il sostegno della componente araba della società marocchina e del sultano, che per questo nel 1953 fu obbligato a lasciare il paese. [39] Le miniere di fosfati sono gestite dall'OCP Group[40] e i principali siti di estrazione si trovano a Khouribga, a Ben Guerir, a Youssoufia e a Bou Craa (nel Sahara occidentale).[41]. Dal 1275, i Merinidi parteciparono attivamente alle lotte dei Nasridi del Sultanato di Granada contro gli attacchi dei regni cristiani della penisola iberica. [37], Il Marocco è un paese povero di petrolio e gas naturale, dei quali è importatore (a differenza degli altri Paesi arabi che sono invece produttori ed esportatori), anche se dal 2014 si sono cominciate ad intraprendere politiche energetiche, a seguito di nuove scoperte di giacimenti. Storia =L'imperialismo di fine '800 Geografia =Il Marocco Italiano ="Il razzismo spiegato a mia figlia" di Tahar Ben Jelloun Inglese =La monarchia Francese =Protettorato francese in Marocco Scienze =Le droghe Tecnolgia =La coltivazione della cannabis Arte =Eugene Delacroix Musica =Il rebab (strumento tipico marocchino) Ed.Fisica =Il calcio ALTERNATIVE Italiano= Mohamed Malih "Profughi" Il livello amministrativo più elevato del Marocco è rappresentato dalle regioni, 12 (comprese quelle del Sahara Occidentale), introdotte con una legge del 2015 e governate da un wali di nomina regia e da un presidente eletto dal popolo. Il partito del primo ministro Abdelillah Benkirane, Partito della Giustizia e dello Sviluppo (PJD), di ispirazione islamica e alla guida dal novembre 2011 della coalizione al governo, ha conquistato 125 seggi su 395,[23] ed è la prima volta nella storia politica del regno che un partito viene riconfermato alla guida del governo. Allora si rivolse contro il regno di Castiglia e, nel 1097, le truppe castigliane contrattaccarono gli Almoravidi nella zona di Toledo e riuscirono ad occupare il castello di Consuegra, che tennero per otto giorni, ma nella battaglia che avvenne il 15 agosto del 1097, le truppe di YÅ«suf b. TāshfÄ«n ebbero la meglio su quelle di Alfonso VI. Essi sbarcarono sulle coste africane parecchi secoli prima della nascita di Cristo, ma non si sa da dove provenissero. Il governo ha anche ammesso che per accelerare la crescita sono necessarie ulteriori riduzioni delle tariffe doganali e una semplificazione del regime del commercio. A seguito del referendum costituzionale del giugno 2011, il re Mohammed VI è tenuto a indicare come primo ministro il leader del partito di maggioranza relativa. L'istruzione in Marocco è obbligatoria per i ragazzi dai 6 ai 15 anni; l'analfabetismo è calato dal 40% nel 2004 al 28% nel 2012. Le elezioni parlamentari, con una partecipazione al 45%, vedono per la prima volta il partito islamico moderato Partito della Giustizia e dello Sviluppo (PJD) guadagnare una maggioranza relativa, seguito dall'Istiqlal (PI) e dal Raggruppamento Nazionale degli Indipendenti (RNI), in calo, e dalla forte affermazione della nuova formazione filomonarchica, il Partito Autenticità e Modernità (PAM). Tra gli altri partiti, sono riusciti a entrare in Parlamento anche gli indipendenti del Raggruppamento Nazionale degli Indipendenti (RNI) e il Movimento Popolare (MP), rispettivamente con 30 e 21 seggi. L'arabo è la lingua più parlata in Marocco, poiché anche i madrelingua berberi conoscono la lingua araba per il culto proprio dell'Islam. Molto sviluppate sono le industrie agroalimentari e tessili, ma il settore industriale è in forte crescita anche nei settori dell'industria chimica, petrolchimica, elettronica, automobilistica (Renault, Nissan),[42] aeronautica (Boeing, Bombardier),[43] informatica e cantieristica, con i porti di Tangeri Med e di Casablanca, che sono entrambe tra i più trafficati dell'Africa. Sono stati infine identificati numerosi interventi di politica industriale volti a ridurre i costi e incrementare la produttività dell'industria marocchina, e le autorità confidano che questa razionalizzazione permetterà di aumentare il valore dell'output industriale. Quanto a politica estera, nel 1963 il Marocco intraprese le ostilità con l'Algeria a seguito di dispute territoriali: era la Guerra della sabbia. Oum Er-Rbia che nasce non distante dalla Muluia, e che si dirige verso l'oceano Atlantico, dove alla sua foce sorge la città di Azemmour. Spiegazione della condizione nel Marocco Il 23 luglio 1999 Hassan II morì e il giorno 30 gli succedette il figlio, con il nome di Mohammed VI; sin dall'inizio del suo regno fu chiara la sua volontà di spianare le asperità che col tempo il padre aveva interposto tra monarchia e popolazione. La rete stradale marocchina si estende per 68550 km (dati del 2007), di cui il 60% asfaltate. La guerriglia susseguente terminò con un cessate il fuoco del 1991 attraverso la missione MINURSO; il referendum per la determinazione dello status definitivo del Sahara Occidentale non è stato ancora effettuato. [25], La mancanza di una maggioranza chiara ha portato ad una fase di stallo nelle trattative per la formazione del nuovo governo, inizialmente affidate al primo ministro uscente Benkirane. [36] Circa il 70% della cannabis consumata in Europa proviene dalla regione del Rif in Marocco. Nel 2002 Mohammed VI sposa l'ingegnere informatico Salma Bennani, che viene insignita del titolo ufficiale di Principessa (per la prima volta nella storia della monarchia alawide), con il nome di Lalla Salma. Nel 4° sec. Nel XIV secolo tentarono anzi di estendere il loro dominio sulla penisola, riuscendo a riconquistare Gibilterra e una parte dell'Andalusia (1333), ma furono fermati all'assedio di Tarifa e con la sconfitta subita, assieme al loro alleato, il Sultano di Granada, YÅ«suf I, al rio Salado (detta anche Battaglia di Tarifa), nel 1340, ad opera di truppe castigliane e portoghesi, dovettero abbandonare definitivamente la penisola iberica. Le tribù berbere delle montagne riuscirono comunque a resistere alla dominazione romana, infatti in Marocco a lasciare una traccia ben più marcata sono stati gli arabi, che nel VII secolo invasero il paese, lasciando la loro lingua e la loro religione.