0000021538 00000 n <> L’organizzazione della struttura dei servizi e degli uffici, al fine di rendere l’attività del comune più :}ŋt�x"��it}[��b�n�R0͗(����U����0��n�z�vۄ�܏� �Q��r!o��T"����x�U���U��3ѯ0sȿ�.�6-HL�x�-��YJ%_ �ń��V`�{#P%H��O~�����Ϭ���R���-,�%���0��*o ��Zǔǣ�j���F��g��y�E����z0��bB�f/9���. !Jja��+��z�$��̓z��M+* [W4�n�iH/�P� 4 - Criteri generali di organizzazione. 2. 1. REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E SERVIZI Pagina 3 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. �w�q����A�4�����.8���� �dx�#��Б���c�����f���G����x��u �? 89 del t.u. 6 a) del T.U. 1. 1. Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi – Comune di BRA - 3 - Il Regolamento sull'Ordinamento degli Uffici e dei Servizi disciplina - nella Prima Parte, relativa all'organizzazione - in conformità alle leggi vigenti alla luce anche di quanto contenuto nel D.Lgs. !��&�#^��X^���MV�k�[Z�O �V�A����� ;[ Il presente regolamento disciplina l’ordinamento generale degli uffici e dei servizi degli enti facenti parte l’Unione dei Comuni Valli e Delizie, ossia i Comuni di Argenta, Ostellato e Portomaggiore, e dell’Unione stessa, in base a principi di autonomia, funzionalità ed Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Ferrara in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in conformità a quanto disposto dalle disposizioni di legge, in particolare, dall’art. endobj mm. 89 della d.lgs 267 del 18.08.2000 “Testo Unico sull’Ordinamento degli Enti Locali” (di seguito All’ordinamento degli uffici e dei servizi dell’Ente si applicano le disposizioni del T.U. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Vicenza in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30.03.2001, n. 165, in conformità a quanto previsto dalle disposizioni di legge, in particolare dall’art. SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Indice: Sezione I - Principi Art.1 - Oggetto del Regolamento. ��2�"��^���(�Ґ�x0�rѝ�V�E��.�������O~�:��VJ(�Mտ5\(�*�Ƿ�i�`�n|�$2��a#7�ʚd�/Gv�@wž�om��rh�wD��XP� |����!����vn:K�$�)(+��.��K�*l 3TDi enti locali, dallo Statuto, ed in applicazione dei criteri generali definiti dal Consiglio comunale. 38 bis: Articolo 38 bis (Interpello aperto) 1. � #�:dk�69 2. ���X�k��ϕ�Ŕ�n�.��/s|(o��x���b����F8�ኋ��l�e���� ��K&�ͮ�P�l��-t��7��J2�ioq�Um[�!L�D/4m:y(C��b~ҍI��C���j�Bř�r����g��bvPT� �v�V.�:2�Ә 387/98; 0195.410/98,1415/98 e "preintese" sul nuovp CCNL e sull'ordinamento del personale Schemi dei regolamenti, dei criteri generali e délie délibère Problemi e casi pratici II edizione L COSA & COME GIUFFRÈ EDITORE PER I PUBBLICI AMMINISTRATORI E PER I PROFESSIONISTI. n��I�=�V6,�)`��tRL���޴�Ғqa���^gZ4��!�a´x��:Y�2��=Γb���,��)|��&"�e��9β3~r���1�X� 30.3.2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni, del T.U. �C����� � ]�߹���B�4� �q�5��c�� Art.2 - Indirizzo politico / amministrativo. $.' 2. d2T�����At�*�@��"0��L��*;�� �yP2* %PDF-1.2 %���� 3. ��ZO�� a�Z! TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI 1 Oggetto e finalità del Regolamento. 3 Finalità Art. 89 del t.u. Regolamento comunale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi Approvato con atto di G.C. endobj �������م�Q����~Y�9h4� il quale recita: <>. ����}Bk��뮃��K��W�]Pt���'�_������]>��� �p��O���)��? Funzioni e responsabilità. 107 del TUEL approvato con D.Lgs 18.8.2000, n. 267 e ss. ?�V�e��ˍŲ ��x��iyr��A��q7���zÐq���~=���?��!�}֗�d5G��j��08A���P�mH08���!r1�� �t��/��@��"a�H.>#�� �:� Q�J�>�w%eaɎq��y��C�3�솁�E�����F9~����.8�6���G(s�ؐ �ut���DG��܈�C#�#�������ı�#�86;�ⵥ�C\|D��ru�^A�w� �r��`��A�F�0��\48K� ���qዎ�c�8�*��}q�JS� �a{�r��kP"$4�������������~�_��������K����?z��|���O���_��ރ��_z���O��}����A�s��D5��gq}������C@�|��������=?�#��5�F;��_���������X����_��A�������܁��=��09}����T�#�|��A�} _� ��!��#���$sw8�P� bև�8�D�(|�{;�_����0��AD8�j�A�9��4 B8��B~�(� REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E SERVIZI Pagina 5 TITOLO II STRUTTURA ORGANIZZATIVA Capo I Principi generali Art. Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi _____ 2 INDICE PARTE I – ORGANIZZAZIONE GENERALE E INDIRIZZI PER LA GESTIONE DELLE PERSONE Titolo I – Principi generali Art. L'occasione è ancor più ghiotta se si pensa che nella maggioranza degli enti locali gli attuali regolamenti risalgono a diversi anni fa. L’organizzazione del lavoro del personale persegue l’ottimizzazione del processo di erogazione dei servizi e di attuazione degli interventi ed è fondata sulla partecipazione dei La nomina a Responsabile di Settore avviene a cura del Sindaco, ai sensi dell’art. L'occasione è ancor più ghiotta se si pensa che nella maggioranza degli enti locali gli attuali regolamenti risalgono a diversi anni fa. Regolamento sull’Ordinamento Degli Uffici e Servizi ... disciplinare le materie riservale o rimesse all'autonomo potere regolamentare delle amministrazioni locali, nel rispetto dei principi fissati dalla legge e dallo statuto e tenuto conto di ... migliorare l’efficacia dei servizi e la riqualificazione del … Art.4 - Gestione delle risorse umane. Per i posti di qualifica dirigenziale, il regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi definisce la quota degli stessi attribuibile mediante contratti a tempo determinato, comunque in misura non superiore al 30 per cento dei posti istituiti nella dotazione organica della medesima qualifica e, comunque, per almeno una unità. )]ń&����e%�&laQAByH �1����I��� a.n� Ѓ�� ��\ �'��`���i�=S�| ��5�BI_U ���� REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PARTE I - ORGANIZZAZIONE ALLEGATO N. 3 – MANSIONARIO Febbraio 2017 Testo integrato con deliberazione di G.C. 3. !������C#�u��II���q����@�4C+:!��[�ot���0?��@�p�T�=5!��b����f�C5?�O�j������ c@�{޼i��y�l8O������n~���aç��O��t?��_����m�_�����U��k���~�����u���6��;��a[[^��o�o�q�I��m��ԗ��q��um{ʰPA��K��`�����l������@�>�_�\E{!��A�����p��z}��C@��~������ޟuZ�}5�]?v�~��k�f�4�mS�*]&M{��U��, ]�R�ڧ�T�᭦�� B}���Xi�`�L �.��&�k�[ Il presente regolamento disciplina l’ordinamento generale degli uffici e dei servizi dell’ente, in base a principi di autonomia, funzionalità ed economicità della gestione, nonché di professionalità e responsabilità degli organi e degli operatori dell’amministrazione, ai sensi 0000000744 00000 n La nomina a Responsabile di Settore avviene a cura del Sindaco, ai sensi dell’art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento.1 1. 198 e 198 bis del Tuel Referto controlli interni ai sensi dell’art. All’ordinamento degli uffici e dei servizi dell’Ente si applicano le disposizioni del T.U. delle leggi sull’ordinamento degli enti locali approvato con D. Lgs. 89 del Testo Unico delle Leggi sull’ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. $����M];���ִ��C@�i��A � n. 243 del 12.10.2000 Modificato con deliberazioni della G.C. nn.123 e 169/1999, è stato redatto in base al plurinovellato testo del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 “Testo … 27 ottobre 2009, n. 150, alle disposizioni normative sopravvenute ed al riassetto organizzativo dell’Ente disposto con deliberazione della Giunta Esecutiva n. 77 del 31 ottobre 2014. DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione n. 295 del 18 dicembre 2018 s.m.i. (|��]�"��z \r>.��HG��c�BE}�|r��|���8��q܃X�D�8� ��r_�"�?_�(Ô�Oalq�|w�㐃�q�!�(�������LpR C��d3�� 148 del Tuel Relazione risparmi su acquisti di beni e servizi art.26 Legge 488/1999 1 – OGGETTO 1. n° 86 del 22.6.2004, n° 38 del 13.3.2008, n° 48 del 26.3.2009, n° 72 del 25.5.2010, n° 157 del 30.12.2010, 0000000593 00000 n K �VY80�K(H a-�jk��aDDD��(D,0�D��0�@PK�Xd3 �DDH.w��e���Pȭ܂PAB����c������(���������r��������Z���4�``�ŋh�����EP��6ɐ�s� ��!Q�Y���_�+�v�p���4H�#�QUFѼ�h$��H d @��GE| �M���#B"���,�#8������ ���ֈ!a��~�A��� �C� �{���A��@��=4�~�!��0����V�i�~��ޚ���w��O��A֛�O_�OZzi��{���4�_���i�z�iS�O��ӯ��� �{]$ߐW�B���/��4=RU� !����4ӥX��?\����I$�_iƈ6����Ӽ�(����*�׎�I.�rc��>/��D�܃�%�_�ݍZ눔;DW� #���q���a����k������h�D��� /��Lf RESPONSABILITA’ DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI 1. REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI (approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 75 del 11.07.2019) 8 b) della legge 23 ottobre 1992, n. 421, e successive modificazioni e delle norme generali sull’ordinamento del $��I9_Q�����۹�� 0�7N��! Carte dei Servizi degli Enti Accreditati; Guida alla Terza Età; Istruttorie pubbliche per la progettazione comune ex art. : - n. 235 del 01.12.2004 - n. 165 del 07.07.2005 - n. 38 del 28.02.2008 - n. 161 del 14.11.2011 - n. 72 del 24.06.2015 - n. 88 del 29.07.2015 - n. 1 del 09.01.2018 - n. 25 del 08.02.2018 - n. 94 del 21.05.2019 . <> 2 . 0000002367 00000 n sull’ORDINAMENTO degli UFFICI e dei SERVIZI Aggiornato alle disposizioni di cui al D.Lgs. endstream enti Art.7 - Servizio. Il presente Regolamento disciplina l’organizzazione degli Uffici e dei Servizi in conformità all’art. 89 del t.u. S��daD�KH�W�*�Ș��CB���@a����.�& REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI TITOLO I - PRINCIPI GENERALI E INQUADRAMENTO NORMATIVO Art. Addirittura in alcune amministrazioni si trovano documenti risalenti agli anni 2000/2001, cioè immediatamente successivi al Testo unico degli enti locali. 2 0 obj a0@��aܗOgP��� N��A����4#��< � a�A���A�:'�� 5O�4�0�=< ���O������:i��=S�->!���z =?A�Zqh5ӧ�n�k�����&��==�w�Ӣw܅�|��2�D=����24� ���z!)�6���Axh�̂u��! con deliberazione n. 41 del 14 febbraio 2019 – aggiornato con deliberazione n. 211 del 12 settembre 2019 n. 322 del 9.11.2000, modificato e integrato con atti di G.C. 1. 5 Potere di organizzazione Oggetto e finalità del regolamento 1. 1 - Definizioni e richiami normativi Ai sensi del presente regolamento si intendono: per “T.U.E.L.” il testo unico sull’ordinamento degli enti locali … �n����n; VJ�?��I@(,�}���v���T�٢m�����f(����5C�ز��GE]U��Qq!�%�.��U����(��8�j/�5H�g�k��|sЬcF &���fxq}yJ�����j�k� ���.�?�G7�Z�:K�-a5 G�i! c�s�t�Hs �����H0Q�VM���Ob�DDH�Ge��D�� }̡�9C�9��d�4�.����Da�S�A�\�P� 2�dp�*Y�.T�� �`���4�H�<7)��� 0D2��r��A �$ Il regolamento costituisce il quadro entro cui devono inserirsi e a cui devono adeguarsi, per quanto concerne gli aspetti organizzativi, gli altri regolamenti comunali. x��W]o�F}G�?ܷګ2�|�TQ�HD�l� I�V}�/�D`K���_�{�l��P!0�g�=�̝�;p�������d''p6���ŭ��s��w���4d�1� 0� /�����S>)4��[�ë>@ �/Hf�D ˜ 0n5X˴԰(���?���9#�9ϼ���n���x�]c�&�s����@���v��y�f!� Dm�K�4�q$q�����5�.�X���IS#��1�YW��Y�Z�PsK=Lh�^1N�,�5E\�$�$'�15IVE%I�zS���e|{IS(��b"�L����׬����z_��N�6_���,�L��Y9OU2K{>)ҞB*y�ʔ�z2�������nʦ�T�0�bw%�=�S�3�Y�i n. 27 del 17/02/2017 Area delle Relazioni Istituzionali Sviluppo e Innovazione 5 TITOLO II - STRUTTURA ORGANIZZATIVA Capo I - Principi generali 4 Criteri generali di organizzazione. endobj <>/ExtGState<>/Font<>/ProcSet[/PDF/Text/ImageB/ImageC/ImageI] >>/MediaBox[ 0 0 612 792] /Contents 4 0 R/Group<>/Tabs/S/StructParents 0>> Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi Approvato con deliberazione G.C. �Ҍ;H=���.9��ې��`�^�4�|kҎC�W�mC���5�������l� ���LuP���K!G;���=�D5�n&#L]0Ra�� \}�����h��aQ�� �!�9C� �q�����k�Hè�?����4;� trailer << /Size 42 /Prev 124936 /Info 25 0 R /Root 27 0 R >> startxref 0 %%EOF 27 0 obj << /Type /Catalog /Pages 28 0 R >> endobj 28 0 obj << /Type /Pages /Kids [ 29 0 R 1 0 R 7 0 R 13 0 R 19 0 R ] /Count 5 >> endobj 40 0 obj << /Length 41 0 R /S 61 /Filter /FlateDecode >> stream n. 150/2009 e allo Statuto, l'assetto organizzativo del Comune di Genova e l'esercizio delle REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEI SERVIZI E DEGLI UFFICI Approvato con deliberazione della G.C. �q�W!�|Hq� �!�N�_ ���ک��~�Ʊ1���ŗ��ā$NE!�!Gu�e��㐃��%�c�DsN�q8䓔=���b��9�ŭ��?�Q!lM!���P��O�X�w_!G��B�ʌ���`g�0G�0�đm�}�.A�s���`sS��{D8�x�A㏐� ���^D����GAq(w��ވAաK!�8K����L?��H��ds#�x��;�!�� ���sM����؋�������C4q||Gﶿ�6��9�v�`�G���C�����9C�A��p�(��~�A�8�9C��q����1�0�w�肘� q����q�܆`���Ur ",#(7),01444'9=82. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento generale degli uffici e dei servizi del Comune di Milano, in conformità con le leggi vigenti e nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti dal Consiglio Comunale, richiamati al successivo comma 3. L’organizzazione della struttura dei servizi e degli uffici, al fine di rendere l’attività del comune più 1. n. 314 del 30/10/2001 Modifica di integrazione al Capo VII Delibera di G.C n. 208 del 06/12/2010 Modifica di int egrazione al Capo VII Delibera di G.C n. 163 del 17/09/2009 Modifica di sostituzione al Capo III e VII 2. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Ferrara in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in conformità a quanto disposto dalle disposizioni di legge, in particolare, dall’art. 50 10 comma del Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali (D.LGS N. La responsabilità degli uffici e dei servizi è affidata ai Responsabili di Settore, che sono inquadrati nella categoria D. 2. Consorzio tra Enti Locali Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi Approvato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 1/2 del 16/01/2004 Modificato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 8/2 del 3/12/2004 Modificato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 3/3 del 26/03/2008 n. 13 del … Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi Pagina 4 di 33 TITOLO I I PRINCIPI GENERALI Capo I I principi generali in materia di organizzazione Art. 1. 2 Comunità Montana “Bussento - Lambro e Mingardo” REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Sommario TITOLO I – … Il presente Regolamento: a) determina i principi fondamentali e le modalità operative di organizzazione degli uffici e dei servizi del Comune, nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal Consiglio comunale con deliberazione del 9 dicembre 2010, n. 96, avente per oggetto: “Attuazione principi del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150. Il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi degli enti locali disciplina le dotazioni organiche, le modalità di assunzione agli impieghi, i requisiti di accesso e le procedure concorsuali, nel rispetto dei principi fissati nei n. 150/2009 e allo Statuto, l'assetto organizzativo del Comune di Genova e l'esercizio delle 1 - Definizioni e richiami normativi Ai sensi del presente regolamento si intendono: per “T.U.E.L.” il testo unico sull’ordinamento degli enti locali … 2. sull’ORDINAMENTO degli UFFICI e dei SERVIZI Aggiornato alle modifiche statutarie approvate con deliberazione del Consiglio Generale n. 19 del 11 luglio 2019. Il presente regolamento, in conformità allo statuto, nel rispetto dei criteri di autonomia, funzionalità ed economicità di gestione, così come determinati dal Consiglio Comunale con ART.2 - OGGETTO E FINALITA’ 1. X�&�sX3���*H��u�=�~��҂�4:X�z�;����U�#A�н����'��p����ZL�����v�*�Dn5�r����y�"��RA�e�Z.&�dGyT����� հ�{��˦����?ʧ�yC���["�@-��)�����rv�> qa|���2��(�u�R�-� � u��Z�' 5���U�"A�Ԃ�a8i�a4҆�\DR `�ޡ�1���8�+��"k��aB �A��qHA�*"$I�BJ˥�(�}h��zKJ����z_�_ҵ�i|;ҾJ7ը��ՠ�L0���ohE�1{P�0R�8�i��v���f�ƒ��k�\���٪2� ̊�d�G%#�d���R0�I��)в�*�D�a�450�A�WT�akޘA�=tz�A������i�����J�i��"[�� ��I����;}d�7��ԨA( �7�����B ����$u�>�A� ���6��o�'I&���'��o_���t���o^�*}���������_�OU��i{r��]u���/���_���k����/�/��_�=�� �����k��5�{z����1��[�X�����DE�}����j=� g��ڶ���ڶ�OA��0�+K�}����J�I�����6�^�����~?j�����aC]}�J��#��^��5O_��/�@����P�I�zM����◾�R}x��zzK������D$��O��H7��� �j�����z $��xi��7������a�~ $�_�+}�\_�J���T������z_�_&ܺ���륾����_v���I�$�����/����6�ޒ�����t$e�K�$g��A�Xo� ����i4I-/��$���~붺Z����/]}A�*餕u�����M��$�P��k�%�4yr*���jj�rܫ#W�� ��Y��nh6�51}��L4�9��~UV%�I�aSJ��KJJ�!����j��*Jƽ���Maw~�t�w~խ{��I$��}��5��C@��aj�K�k�X.�[Mt�4�,4–M�#&��A�iZ*��M":�C�"wG�%�DDq���B4�u�nҤ�*�D��,Xk�� m �&@J����v�V��aCء2S�7���aC���i��M��Hy�Z%�ą�u�?��R1���Di���²%H�,�;"�T�Ã�H�p��3A��w�$_� ��%�D&����D|��/�V�tA|��ҭkAD?�~�I*!CIt����u� ���_ZN��z��^�+�������z���U�kW��Ɩ����uR8}�U�_�}z2N�U�]�����;�r�( �p���O%b���c:3Q*��n68h�3�MC0��< `�/@�`����HcDs�"����*��1 �0@������6���A�=S���4�~�?�Ꞝa>����7�����ڇ�h�����;H/���y7�^�tB�O�A-�o����BM�$܄r�"�����E�� ���$C��[���#���z ��_��� ��|v���t���7���_��H ���K����o���6�߽�ۦ�o�x���]�?���~���^���~�� ����6�����%��og ��{��Ű�~�ӿ�����a����t���׾���� ����oo���������w|�'�����w�����������9�u������]֒I���I ���տ�^ݫ~����k�_{����������k۵~����BwI$I$��&�$���������wf����k )&��~�����35���ڷ��0�5ߺv����&�h>���"uM��Xap�[O]���j[L��������+o�P��.��H5� ��^�¶�I�P=�xf�Xa(av���0�*iG��#��GLo�]�+d;���i��k�cv0�j���]�L ���)����L&��i��J�5��/�a0�M}���0�~�p�׆a� �p�2�~,0�0�\A��`���aDn�����a�3B'|�4""U�{�?E�)VēǖR��:���C�Y���?�?��Yr�R����h ���� JFIF ` ` �� C I debiti fuori bilancio sono «regolamentati» dall’art. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento generale degli uffici e dei servizi dell’ente, in base a principi di autonomia, funzionalità ed economicità della gestione, nonché di professionalità e responsabilità degli organi e degli operatori dell’amministrazione, ai sensi 6��aK ��-�s�4}��������������$B��-I�������B:(A���m_�'?L�~>���]�����������������������A$�I$�_�������6�_������r��,�2�B+�E�蒉�"B�����